Portale Medievale.it   |   Blog Attualità      Account Personale   |   Registrati   |   Login  
Google

San Giorgio della Commenda Weggenstein a Bolzano

La chiesa Deutchhauskirche dell'Ordine Teutonico presso la Commenda Weggenstein di Bolzano
San Giorgio della Commenda Weggenstein a Bolzano

San Giorgio della Commenda Weggenstein a Bolzano

In questo breve articolo voglio presentarvi il suggestivo complesso della Commenda Weggenstein dell'Ordine Teutonico, il Deutsch-Ordens, a Bolzano.
È sempre un piacere per me visitare il Tirolo, così ricco di tradizione e fascino, ma è stato ancora più piacevole scoprire questo angolo di medioevo completamente immerso nella realtà attuale.

Ma andiamo con ordine...dodici anni dopo la fondazione dell'Ordine dei Cavalieri Teutonici in Terra Santa (1190), a seguito delle prime spedizioni Crociate, l'Ordine ricevette in dono, dai coniugi Girold e Mechthild, un ospizio comprendente una chiesa.
L'ospizio, costruito nella stretta fra Isarco ed il monte "Virgl" e quindi sottoposto ai pericoli del bacino fluviale, fu spostato nel 1400 nella tenuta di Weggenstein, acquistata dai Cavalieri nel 1392.

La croce patente dell'Ordine nella cancellata d'ingresso.
La targa all'ingresso che riporta il numero civico, con il simbolo di Bolzano e la croce dell'Ordine.

L'ospizio, innalzato allo stato di Commenda, faceva parte del Baliato "An der Etsch und im Gebirge", che comprendeva anche la Commenda dell'Ordine Teutonico di S. Elisabetta di Trento, sorta dall'abbazia agostiniana di S. Maria Coronata che rimase proprietà dell'Ordine dal 1238 al 1673.
Proprio negli anni dell'incipiente quattrocento iniziò l'edificazione della chiesa della Commenda San Giorgio in Weggenstein, chiamata Deutchhauskirche. La chiesa costituisce, anche oggi, il centro spirituale della commenda.

Veduta esterna della chiesa.
Il campanile con l'orologio e la croce.

San Giorgio in Weggestein rappresenta una opera delicata dello stile gotico. Comprende un vestibolo e un campanile di facciata, inserito a metà della navata principale, diretta da ovest ad est, e termina con una piramide.
Intorno al muro esterno un piano inclinato è interrotto da contrafforti digradati a terrazza costituiti di pietre quadre e coperti obliquamente.

Vista dell'esterno: sono visibili i contrafforti e la vetrata.

Vicino al portale principale si trova la tomba di Gottfried von Niederhaus, Commendatore dal 1438.
La pianta dell'edificio è costituita da una sala ad una navata con pareti piane che attraversano il presbiterio fino alla chiusura poligonale a tre facce. Vi sono tre volte a crociera mentre la volta soprastante il coro ha delle calotte addizionali dando così l'impressione di una chiusura del coro a 5/8 come tradizione nelle chiese degli Ordini Cavallereschi.

Veduta dell'interno della chiesa.
Dipinto di San Giorgio, patrono della chiesa.

La volta viene sospesa da costoloni riccamente ornamentali che appoggiano su peducci. All'intersezione dei costoloni si trovano chiavi di volta con rilievi: nel coro Cristo pantocrate, nella prima volta Giovanni Battista, in quella successiva il fiore di una rosa simbolizzante Maria, la Protettrice dell'Ordine, e nella ultima lo stemma dell'Ordine Teuonico apportato su una stella.
Le quattro finestre ogivali che si trovano a sud ed est sono a traforo.

Tomba del Commendatore Gottfried von Niederhaus all'esterno della chiesa, in una nicchia lungo la parete maggiore.
Affresco posto al di sopra della tomba, si riconosce un cavaliere con il mantello bianco e la croce sulla spalla, in preghiera ai piedi di Gesù in croce.
L'ingresso alla chiesa.

Caratteristica del portale, peculiare ma nel pieno spirito della costruzione, è la collocazione a Sud. Il portale è ogivale ed ornato da tre astragali, ognuno con lavorazione diversa. Nel vestibolo occidentale altri due portali servono da entrata alla chiesa e al confessionale.

Intorno al 1790 vennero eretti il matroneo al lato ovest e la loggia del commendatore al lato nord del presbiterio.
Contemporaneamente il maestro Andrea Filippini da Trento creò l'altare maggiore, il pulpito e la cancellata da comunione. La loggia del commendatore congiunge la chiesa sia con la commenda che con il collegio (un tempo l'ospizio dell'Ordine).

L'altare.

L'altare maggiore è in marmo bianco opaco con intarsi colorati e su esso è raffigurata la croce dell'Ordine che si trova anche sulle entrate della sagrestia.
L'altare del popolo è di legno marmorato e risale al secolo scorso.
L'abside è ornamentata con un dipinto raffigurante il patrono S. Giorgio durante la lotta contro il drago e viene supportato da una cornice a voluta. Il retabolo (1799) è un lavoro del Maestro Martin Knoller durante la sua permanenza a Milano. S. Giorgio è, dopo Elisabetta di Turingia, il secondo patrono dell'Ordine Teutonico.

La sovrastruttura, splendida, del tabernacolo alta più di due metri attira subito l'attenzione dell'osservatore. Lo sportello del tabernacolo d'argento dorato raffigura la crocifissione di Cristo e fu realizzato da Mattias Gelb nel 1612. Al di sopra è innalzato come ciborio su un espositorio un piccolo baldacchino di marmo, incoronato da un globo ornato da una croce.

Particolare del baldacchino di marmo, con la croce ad ornamento.

Il pulpito ha la forma semplice rotonda con una struttura a pilastro ed è coperta da un baldacchino arraffato. La cancellata da comunione è costruita da architravi e pilastri convessi.
Pietre tombali dei commendatori del periodo da cinquecento al settecento si trovano sia nell'atrio che nella chiesa.

Pietre tombali dei Commendatori, con Stemmi dell'Ordine.
Pietre tombali dei Commendatori, con Stemmi dell'Ordine.

I dipinti sul lato nord della parete interna rappresentano 31 dei 40 commendatori con rispettivo stemma familiare e insegne. Essi danno una idea dei rituali durante il pronunciamento del voto solenne e contribuiscono insieme agli scudi ovali e le bandiere a creare l'atmosfera cavalleresca.

Scudi e bandiere dell'Ordine.
La targa che descrive il complesso della Commenda dell'Ordine Teutonico a Bolzano.

Approfondimenti

I Cavalieri Teutonici  I Cavalieri Teutonici (Attinenza: 13%): Storia e profilo dell'Ordine dei Cavalieri Teutonici
Declino e fine dei Templari  Declino e fine dei Templari (Attinenza: 13%): Cadute una dopo l'altra tutte le maggiori roccaforti cristiane in Terrasanta, ai Templari non resta che far ritorno in Europa. Dove però, per molti diventeranno una presenza scomoda
L'inquisizione medievale, tra ideologia e metodologia  L'inquisizione medievale, tra ideologia e metodologia (Attinenza: 13%): Approfondimento su ideologia e metodologia dell'inquisizione romana medievale, dagli atti del seminario internazionale Montereale Valcellina: L'Inquisizione romana: metodologia delle fonti e storia istituzionale. Università di Trieste
L'intervento divino nell'immaginario dei crociati  L'intervento divino nell'immaginario dei crociati (Attinenza: 7%): Tra i crociati e pellegrini cristiani forte era la convinzione che la loro impresa fosse sotto la protezione divina e che quest'ultima si manifestasse concretamente attraverso l'impegno armato di angelici guerrieri
Eretici e città italiane nel Due-Trecento  Eretici e città italiane nel Due-Trecento (Attinenza: 7%): Un'analisi del movimento ereticale nella società italiana del Due e Trecento
Leggenda e Storia delle Sette Sorelle  Leggenda e Storia delle Sette Sorelle (Attinenza: 7%): I Templari e il loro segreto si intreccia con il mistero di Rennes le Chateau e dei Savi di Sion in questa suggestiva ipotesi che parte dal Tempio di Gerusalemme e finisce per chiedersi: dove è finito il corpo di Cristo?
Gli Ordini dinastici  Gli Ordini dinastici (Attinenza: 7%): Storia e profilo degli Ordini dinastici, nati nell'intento di premiare una ristretta cerchia di gentiluomini selezionati da tenere uniti intorno al re
Chartres. La cattedrale e la città vecchia  Chartres. La cattedrale e la città vecchia (Attinenza: 7%): La cattedrale di Notre Dame di Chartres, l'emblema del gotico
Link esterno  I Templari a Barletta (Attinenza: 33%)
Link esterno  AICODS, Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia (Attinenza: 7%)

Riferimenti Bibliografici

Riferimento bibliografico  Materiale informativo distribuito presso la Chiesa ("Deutschhauskirche" S. Giorgio della Commenda Weggenstein a Bolzano). Le foto, dove non diversamente specificato, sono di Gian Luca Todini.
Riferimento bibliografico  Sito Web del collegio Collegium Deutchhaus Marianum annesso alla Commenda Weggenstein: http://www.deutschhaus.it
( Nessun commento )
Login
  Email:   
  Password:   
 Hai dimenticato la password? 

Ultimi Articoli

Ultimi Commenti

Articoli più letti

Medievale.it
Copyright © 1999-2018 Medievale.it <info@medievale.it>    Contatti |Collabora |Termini e Condizioni |Informativa sulla Privacy
Portale Medievale.it su Facebook
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
HTML 4.01 Validator CSS Validator